27 Jun 2014

NOTA INFORMATIVA "STUDI DI SETTORE"

  

 

In occasione dell’incontro presso il SOSE, finalizzato alla valutazione di osservazioni utili alla revisione dello Studio WG60U - Stabilimenti Balneari, cui la nostra Associazione è stata invitata in rappresentanza della categoria, il nostro consulente fiscale, Dott. Di Curzio Roberto, che in quella sede ci rappresentava, in accordo con gli organi associativi della Federbalneari Italia, ha inteso proporre considerazioni che ha riscosso l’interesse dei funzionari del MEF e dei rappresentanti delle altre Associazioni presenti.

L’intervento ha, in sintesi, rilevato la carenza, nei dati forniti nello Studio di Settore, di un solo elemento che recepisse nelle elaborazioni matematico-statistiche la variabile “tempo meteorologico” che influenza in modo essenziale le attività balneari, impedendone di fatto l’esercizio nei di periodi di maltempo.

Infatti né gli elementi strutturali (dotazioni, superfici in concessione, ecc..), né le variabili di costo (personale, consumi, concessioni, ecc..) vengono condizionate da tali eventi.

Per ovviare l’incongruenza e l’iniquità della situazione, è stata suggerita l’introduzione nello Studio di un dato, che potremmo ipotizzare “giorni di maltempo”, che con le dovute ponderazioni influenzasse il calcolo del reddito puntuale e minimo, nonché la congruità e la coerenza.

L’elemento “giorni di maltempo” di fonte ufficiale ( Aeronautica Militare):

-          Garantirebbe il MEF da eventuali abusi da parte del contribuente;

-          Avrebbe un’apprezzabile precisione geografica, differenziando zone con maggior o minor numero di giorni lavorativi, cioè di bel tempo;

-          Sarebbe di facile reperimento per il contribuente;

-          Assicurerebbe, oggettivamente, una maggior equità allo strumento presuntivo dello Studio di Settore.

La proposta è stata ritenuta dai partecipanti molto interessante ed  ha riscosso  l’interesse, sia dei funzionari del SOSE, che valuteranno le modalità con cui recepire l’idea negli aggiornamenti e/o nelle nuove versioni dello Studio, sia dai rappresentanti delle altre Associazioni di Categoria presenti all’incontro, che si sono proposti per formalizzare l’osservazione al Ministero congiuntamente.

Certi che l’intervento, in quanto recepito dal MEF, possa contribuire ad una maggiore equità fiscale e ricondurre i calcoli statistici dello Studio di Settore ad una migliore aderenza alle concrete fattispecie,  e nel costante intento di tutelare gli interessi degli associati e della categoria dei Balneari,  porgiamo ai nostri Soci, calorosi saluti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Read 3035 times
Rate this item
(0 votes)