26 Feb 2014

  

Il Presidente Papagni ha ricevuto messaggi di ricezione dalla Comunità Europea, riguardo la petizione presentata da Federbalneari Italia (in allegato la lettera inviata da Bruxelles). Da Strasburgo, dove il Vice Presidente del Parlamento Europe Roberta Angelilli, sta seguendo in prima persona la questione balneare, è partito l’iter nella Commissione per le petizioni che  si pronuncerà  per l’analisi del documento inviato da Roma secondo le modalità ed i tempi  indicati dalla Commissione Europea.

L’Azione di Federbalneari Italia è quella di procedere in modo determinato  sulla Comunità europea affinchè  dia indicazioni al Governo italiano  su cosa deve fare, non in termini politici ma in modo tecnico legale.

C’è poi la determinazione di un’azione strategica, a carattere strettamente turistico, che la Federazioni dovrà coordinare con l’azione delle Associazioni Territoriali  e del Governo per far esercitare il diritto, da parte delle imprese turistico balneari, di poter  usufruire di un investimento adeguato  alla propria organizzazione,  attraverso la costituzione di consorzi, gruppi e comparti organizzati. 

 

Read 1581 times
Rate this item
(0 votes)